SPECIALE FINALISSIMA: Intervista ad Enrico Collu, Sindaco di San Sperate paese della “SAGRA DELLE PESCHE”



La Finalissima si avvicina ed abbiamo intervistato per voi Enrico Collu, Sindaco di San Sperate paese della “SAGRA DELLE PESCHE!

INTERVISTA

Innanzitutto complimenti per aver raggiunto la Finalissima! Ci raccontate brevemente  la storia della “SAGRA DELLE PESCHE”? Quali sono le sue caratteristiche ed in che periodo dell’anno si svolge?
<< La Sagra delle Pesche è legata in modo indissolubile alla festa del Santo Patrono San Sperate martire che festeggiamo il 17 luglio.
Celebra il nostro prodotto principe, la pesca. Il nostro prodotto è conosciuto e apprezzato in tutta la Sardegna, è iscritto nell’albo Regionale dei prodotti tipici Sardi e tutelato da marchio D.e.C.o. (denominazione origine controllata) per garantire sia il produttore che il consumatore.
La Sagra oltre promuovere il prodotto agricolo è un’occasione per esporre le altre peculiarità della nostra Comunità che la rendono unica fino ad essere definita “paese museo. Parliamo delle eccellenti produzioni artistiche e culturali oltre che artigianali. San Sperate inoltre ha dato i natali a uno dei più importanti artisti contemporanei: Pinuccio Sciola e annovera tra i suoi paesani anche altre importanti figure >>

Ora parliamo del 2° Torneo virtuale Fiere Sagre Italiane. Al momento dell’iscrizione avreste mai immaginato di giungere fino alla Finalissima?
<< No, ovviamente non potevamo sapere, considerato che per noi è un’esperienza nuova, che tipo di risposta sarebbe arrivata. Però ci speravamo perché sappiamo che la nostra oltre a essere considerata una Sagra di rilevanza Regionale, è molto apprezzata e partecipata >>

Nel vostro cammino avete incontrato e battuto: Sagra delle Frittelle, Sagra della Fragola, Sagra della Lasagna ed infine Du’ Pici Sotto Le Stelle. Vi andrebbe di raccontare brevemente ognuna di queste sfide?
<< Intanto è stato bello conoscere gli “avversari”. Si perché ogni volta si andava a curiosare per capire chi erano, cosa facevano e come portavano avanti le loro iniziative. Abbiamo imparato qualcosa grazie a loro. Dal punto di vista della sfida è stato incredibile ed emozionante vedere come l’adesione alla gara da parte della gente aumentava man mano si andava avanti >>

Qual è stata la sfida più dura da vincere? C’è stato un momento in cui avete temuto di perderla?
<< La più dura è sempre quella ancora da affrontare. Forse con la Sagra delle Frittelle c’e stato un momento, uno dei pochi per la verità, in cui siamo andati in svantaggio >>

Qual è il segreto delle vittorie della “SAGRA DELLE PESCHE”?
<< Nessun segreto. San Sperate è un paese accogliente, ricco di iniziative e con prodotti di qualità.  Non solo le pesche ma anche agrumi,  fragole e miele. Non solo agricoli ma con biscottifici artigianali di dolci sardi, produzione di ceramisti d’eccellenza e un fervido movimento artistico culturale che spazia dalla musica, passando per la scrittura fino al movimento muralistico e scultoreo. La gente quando viene a San Sperate non può evitare di rimanerne colpita, qualcosa rimane nel loro cuore. E poi le nostre Pesche sono eccezionali, provare per credere >>

Tra le Sagre che non avete incontrato quale vi ha maggiormente impressionato?
<< Ovviamente l’altra finalista. Se son arrivati fin lì vuol dire che sono tosti >>

La vostra regione è in fermento, il pubblico è “carichissimo” e vorrebbe portare il titolo in Sardegna. Vi sentite sotto pressione?
<< Assolutamente no. Questa per noi è una bella avventura, ci sentiamo carichi ed entusiasti perché abbiamo reso orgogliosi i compaesani che vivono fuori dalla sardegna, per loro questo è anche un modo per dimostrare l’amore per la mai dimenticata terra natia. E poi c’è la curiosità, anzi, quel senso di complicità che si è creato tra tutti e che coinvolge non solo i speratini ma gran parte della Sardegna. In fondo in questa competizione sentiamo di rappresentarla e per noi è nella nostra indole essere paese aperto al mondo e che con il mondo si vuole confrontare, anche per gioco >>

Volete ringraziare i vostri fans e qualcuno in particolare?
<< Vogliamo ringraziare tutti, uno per uno indistintamente. Una dimostrazione di affetto e di stima che ci rende felici >>

Ora vi aspetta la FINALISSIMA (14 Settembre) contro SAGRA DEI FICHI SECCHI . I riflettori del popolo delle sagre sono tutti su di voi finaliste. La vincente conquisterà il Titolo di SAGRA CAMPIONE D’ITALIA 2019. Saranno 24 ore intense. Come le vivrete e quale sarà il vostro obiettivo?
<< La vivremo dando il massimo, divertendoci e ovviamente vogliamo vincere. Comunque vada alla fine per noi è già un successo e vogliamo augurare un grande in bocca al lupo anche ai nostri avversari.
Ci vediamo sul web >>
———————————————

Grazie per la gentile disponibilità a questa intervista.

Staff FIERE SAGRE ITALIANE


 

SPECIALE FINALISSIMA: Intervista allo staff della “SAGRA DEI FICHI SECCHI”



La Finalissima si avvicina ed abbiamo intervistato per voi lo Staff della finalista “SAGRA DEI FICHI SECCHI” di Miglionico!

INTERVISTA

Innanzitutto complimenti per aver raggiunto la Finalissima! Ci raccontate brevemente  la storia della “SAGRA DEI FICHI SECCHI”? Quali sono le sue caratteristiche ed in che periodo dell’anno si svolge?
<< La Sagra dei fichi secchi è giunta alla XIII edizione e celebra il fico secco farcito. Tradizione culinaria miglionichese e pratica dalla valenza sociologica, quella dell’essiccatura del frutto che in passato vedeva il trasferirsi di intere famiglie, in campagna nel mese di settembre >>

Ora parliamo del 2° Torneo virtuale Fiere Sagre Italiane. Al momento dell’iscrizione avreste mai immaginato di giungere fino alla Finalissima?
<< Al momento dell’iscrizione non immaginavamo di giungere nemmeno agli ottavi! >>

Nel vostro cammino avete incontrato e battuto: Festa degli Antichi Sapori, Mercatini Artigianali di Ugento, V’vtella ed infine Sagra Del Fregnaccio. Vi andrebbe di raccontare brevemente ognuna di queste sfide?
<< Dopo la prima gara ci siamo accorti di quanto il senso di appartenenza ad una comunità, ad una tradizione, o anche solo al ricordo di chi non vive più in paese….possa scatenare il desiderio di contribuire alla vittoria. Ad ogni step, poi aumentava la consapevolezza di ciò.
Fino alla semifinale, quando invece abbiamo temuto i nostri agguerriti avversari >>

Qual è stata la sfida più dura da vincere? Avete temuto di perderla?
<< Abbiamo temuto di perdere proprio nell’ultima fase della Semifinale con la “Sagra del Fregnaccio” , in cui i nostri avversari hanno mostrato grande grinta e voglia di vincere! >>

Qual è il segreto delle vittorie della “SAGRA DEI FICHI SECCHI”?
<< Crediamo che il segreto delle nostre vittorie sia proprio la dimostrazione dell’amore che si nutre per la propria terra…il proprio paese e la comunità unita! >>

Tra le Sagre che non avete incontrato quale vi ha maggiormente impressionato?
<< Sicuramente “Dù Pici sotto le stelle” >>

Nella vostra regione c’è molta attesa, il pubblico è molto appassionato al Torneo. Dopo la vittoria del 2018 di “IN VINO VERITAS” avete la possibilità di mantenere il titolo in Basilicata. Vi sentite sotto pressione?
<< Sentiamo, ancor di più, il desiderio di voler “trattenere” il titolo nella nostra Basilicata >>

Volete ringraziare i vostri fans e qualcuno in particolare?
<< Ringraziamo tutti quelli che ci hanno sostenuto e in particolare gli amici de “In Vino Veritas” con cui ci sarebbe piaciuto arrivare in finale >>

Ora vi aspetta la FINALISSIMA (14 Settembre) contro SAGRA DELLE PESCHE di San Sperate. I riflettori del popolo delle sagre sono tutti su di voi finaliste. La vincente conquisterà il Titolo di SAGRA CAMPIONE D’ITALIA 2019. Saranno 24 ore intense. Come le vivrete e quale sarà vostro obbiettivo?
<< Vincereeeeeeee >>
———————————————

Grazie per la gentile disponibilità a questa intervista.

Staff FIERE SAGRE ITALIANE

 

 

SPECIALE FINALISSIMA: Intervista allo staff di IN VINO VERITAS

La Finalissima si avvicina ed abbiamo intervistato per voi la finalista “IN VINO VERITAS” di Montescaglioso!

INTERVISTA

Innanzitutto congratulazioni per aver raggiunto la Finalissima! Prima di parlare del Torneo, raccontateci la storia dell’evento “IN VINO VERITAS”. Da chi è stato ideato? Quali sono le caratteristiche e gli obbiettivi (mission) dell’evento?
<< Intanto è stato un grande onore essere stati selezionati a partecipare a questa bellissima iniziativa , naturalmente mai avremmo pensato di arrivare fino alla finale , ma come si dice a Montescaglioso ” Tnim a capa tost” (abbiamo la testa dura) e quindi con tanta volontà abbiamo iniziato questa cavalcata che ci ha portato fino alla finalissima.
IN VINO VERITAS nasce dall’Idea , sviluppata dal Comune di Montescaglioso , di coniugare la grande tradizione vinicola di Montescaglioso con la promozione e valorizzazione culturale delle nostre stupende cantine. In Vino Veritas non è solo un proverbio latino, è anche un lungo percorso tra cantine e atmosfere rupestri che vi avvolgeranno a Montescaglioso. L’itinerario di degustazione vi farà conoscere ottimi vini ma anche la storia e la cultura della “città dei Monasteri”.
La manifestazione metterà in vetrina i prodotti tipici del Parco della Murgia e della Basilicata in generale. In Vino Veritas si svolge nell’abbazia di Sant’Angelo e nelle spettacolari cantine rupestri a valle di Porta Sant’Angelo. Le cantine scavate nella roccia saranno aperte per ospitare il pubblico offrendo vino e specialità gastronomiche.
Visitare le cantine rupestri permette di conoscere uno degli aspetti più suggestivi del patrimonio storico–ambientale di Montescaglioso e del Parco Murgia. Gli ipogei di Porta Sant’Angelo sono di notevoli dimensioni ed ancora utilizzati per la lavorazione dell’uva e la conservazione del vino. Queste grotte-cantine sono precedute da grandi cortili, tra più importanti e belle citiamo la cantina del Marchese, la cantina Balsebre e la cantina Contuzzi–Dalema. Durante la manifestazione il pubblico può acquistare un biglietto con il quale potrete accedere alle cantine nelle quali degustare i vini e i prodotti tipici. Il percorso enogastronomico è allietato da artisti di strada, concerti, mangiafuoco, teatro per i bambini e musiche tradizionali >>

Ora parliamo del 1° Torneo virtuale Fiere Sagre Italiane. Quando siete stati selezionati avreste mai immaginato che saresti giunti fino alla Finalissima?
<< Inizialmente no, ma ci siamo affidati alla nostra caparbietà, è di uso comune a Montescaglioso dire che i propri abitanti sono ‘capatost’ testa dura. Non molliamo mai ! >>

Nel vostro cammino avete incontrato e battuto: Sagra delle Frittelle, Festival Gnocco Fritto, Festa della Birra di Cava Manara ed infine Mediobevo Summer Edition. Vi andrebbe di raccontare brevemente ognuna di queste sfide?
<< Nella sfida contro Sagra delle Frittelle ci siamo buttati a capofitto e i risultati sono stati molto alti.

La sfida contro Festival Gnocco Fritto invece non è stata molto difficile.

Per la sfida contro Festa della Birra di Cava Manara ci siamo preparati mentalmente sapendo che avremmo lottato fino alla fine e abbiamo coinvolto tutte le pro loco di Basilicata uniti dal senso di appartenenza alla nostra terra. ORGOGLIO LUCANO

Per quanto riguarda la sfida contro Mediobevo Summer Edition: pensavamo che il peggio lo avremmo visto con Cava Manara in termini di difficoltà, ma invece contro Mediobevo abbiamo temuto in tarda mattinata di soccombere e allora ci siamo rimessi in modalità guerra e ricontattato davvero tutti e ora siamo in finale 😁  >>

Qual è stata la sfida più dura da vincere?
<< Ovviamente contro la festa della Birra di Cava Manara. Abbiamo generato assieme 2700 voti. Non è uno scherzo >>

Qual è il segreto delle vittorie “IN VINO VERITAS”?
<< Il senso di appartenenza alla nostra terra e la perseveranza e il gioco di squadra >>

Volete ringraziare i vostri fans e qualcuno in particolare?
<< Ringraziamo indistintamente tutta la comunità di Montescaglioso e tutte le pro loco di Basilicata insieme al presidente del comitato UNPLI Basilicata >>

Ora vi aspetta la FINALISSIMA (14 Settembre), chi vince sarà il 1° Campione d’Italia nell’Albo d’oro di Fiere Sagre Italiane. Saranno 24 ore intense. Come le vivrete e qual è il vostro obbiettivo?
<< Dobbiamo vincere mobilitando il mondo intero!!! >>.
———————————————

Grazie per la gentile disponibilità a questa intervista.

Staff FIERE SAGRE ITALIANE